Il Revenge Porn È Diventato Una Minaccia Nella Nostra Società

Regalo speciale per i nostri lettori. Usa il codice promozionale "Xmas" per ottenere 5% Off Su abbonamento annuale

Nel 2019, una matricola democratica dello stato della California ha rassegnato le dimissioni dal Congresso. 

Il motivo di questo ti chiedi?

All’inizio di quel mese c’erano delle sue foto di nudo che erano trapelate alla stampa, a sua insaputa.

In seguito è stato affermato che era il marito separato della deputata, che aveva commesso questo crimine. 

Il reato qui è la diffusione di immagini esplicite senza il consenso delle parti coinvolte. In parole povere, stiamo parlando di revenge porn. 

Quando questa storia ha fatto notizia, è stata una delle prime volte in cui molti americani hanno sentito questa frase. 

Ma tali crimini esistono da un po’ di tempo, poiché tutti noi vendichiamo le leggi sul porno per fermarli. 

Se dovessimo dare un’occhiata a questi casi nell’ultimo decennio, saresti scioccato e inorridito da quanto sia comune questo crimine. Non solo in America, ma in tutto il mondo.

Cos’è il Revenge Porn?

Il revenge porn si riferisce all’atto di condividere immagini e video espliciti, senza il consenso della persona coinvolta in essi.

Spesso questo materiale è stato originariamente preso e condiviso consensualmente tra partner intimi, ma dopo una rottura, un partner lo pubblica pubblicamente per umiliare il loro ex. 

Attualmente, c’è un crescente movimento per riconoscere la gravità di questo comportamento che può sconvolgere la vita delle vittime e rendere loro difficile mantenere un lavoro o mantenere relazioni, portando in alcuni casi alla depressione e al suicidio. 

Ultimamente, questo è diventato un grave problema non solo tra le giovani generazioni, ma tra le persone di tutte le età. 

Ci sono sempre più casi di revenge porn in arrivo nelle notizie in tutto il mondo.

Un sondaggio condotto dal The Pew Research Center ha rivelato che gli episodi di revenge porn sono i più comuni tra gli adolescenti. Anche tra gli adulti sui venticinque anni. La mancanza di consapevolezza sui pericoli e le conseguenze della condivisione di immagini esplicite può essere imputata a questo problema. 

I casi di revenge porn sono aumentati in modo significativo dal 2015. 

C’è stato un enorme picco nei casi segnalati di revenge porn tra il 2015 e il 2016.

Gli esperti ritengono che la colpa sia della tecnologia, insieme alla mancanza di consapevolezza. 

Con la maggior parte dei telefoni cellulari dotati di fotocamere di qualità decente e chiunque abbia accesso a Internet, condividere i media non è mai stato così facile. 

Numerosi siti di revenge porn possono utilizzare per condividere e distribuire immagini e video, sia apertamente che anonimamente. La colpa parziale ricade anche sui siti porno. A causa della mancanza di regolamentazione e censura sui siti Web porno, una buona parte dei video su questi siti Web è costituita da revenge porn.

Tutto questo combinato ha reso “Revenge Porn” un mezzo facile per vendicarsi di qualcuno. 

Casi scioccanti di Revenge Porn in tutto il mondo

Anche se questo problema è esistito, ciò che è diverso ora è che le persone segnalano apertamente i casi.  

Uno dei primi casi che ha portato alla luce il revenge porn e ha attirato l’attenzione del grande pubblico, è stato il caso dell’ex deputata Katie Hill. 

Nel novembre 2019, la deputata Katie Hill si è dimessa dal Congresso, dopo un incidente che ha coinvolto la circolazione delle sue immagini di nudo a sua insaputa e senza il suo consenso.

Hill ha poi intentato una causa contro suo marito, che credeva avesse fatto trapelare le suddette immagini di lei mentre erano nel bel mezzo del divorzio.

Insieme al marito, l’ex deputata ha anche citato in giudizio i proprietari di The Daily Mail e del blog di destra RedState. 

Simile al problema del revenge porn di Katie Hill, altri sono stati abbastanza comuni negli ultimi dieci anni.

Ma, da quando è scoppiata la pandemia, i casi di revenge porn sono saliti alle stelle. Il lockdown sembra aver aggravato il problema. 

La linea di assistenza del revenge porn del Regno Unito ha affrontato il maggior numero di casi nel corso del recente blocco. È stato un caso simile negli Stati Uniti e in altri paesi europei. 

Casi in tempi recenti

Alla fine di dicembre del 2020, più di 1.400 scatti espliciti dell’amante del re di Thailandia sono stati trasmessi ai detrattori della famiglia reale.

Si pensa che la fuga di notizie delle foto “molto esplicite” di Sineenat Wongvajirapakdi, anche conosciuta come Koi, sia collegata ad un’aspra rivalità tra l’amante del re e sua moglie. 

Queste foto di Koi in posa provocatoria per la macchina fotografica, sono arrivate subito dopo che si è unita all’harem reale alla fine dell’anno scorso. Delitti come questi capitano a tutti. Uomo comune o regalità.  

All’inizio del 2021, The Telegraph ha pubblicato una notizia. 

Era di una vittima che si è fatta avanti devastata dal fatto che il suo aggressore non ha avuto ripercussioni per i crimini che ha commesso. 

Questo è stato il risultato del fatto che la popolare piattaforma di social media Snapchat non è riuscita a fornire prove di alcun illecito. 

Snapchat è una piattaforma di social media, progettata per eliminare automaticamente il materiale, una volta aperto. 

Il problema qui è che questo include anche immagini e video potenzialmente incriminanti che possono essere utilizzati in tribunale. 

Quindi, quando la vittima ha sporto denuncia contro il suo aggressore, quando Snapchat ha risposto alle sue forze, era già troppo tardi e tutte le prove sono già svanite. 

Un altro incidente all’inizio di maggio del 2020, una donna in India ha presentato una denuncia per immagini oscene della sua circolazione senza il suo consenso. 

Dopo aver registrato il caso ai sensi dell’IT Act, quando la polizia ha avviato le indagini, è stato rivelato che più di 500 persone erano coinvolte in questa rete criminale di immagini e video pornografici in circolazione nel nord dell’India. 

Il principale colpevole di questa particolare situazione era l’ex fidanzato della vittima. In seguito è stato rintracciato e arrestato nel Bengala occidentale. 

Non colpisce solo le donne

Anche gli uomini sono vittime di tali crimini.

Nel 2020 una donna è stata incarcerata dopo essere stata trovata in posa come un uomo sull’app di appuntamenti Grindr. Utilizzo di immagini esplicite di un uomo senza il suo consenso. 

Il giudice del caso ha rivelato che Yannick Glaudin, la donna in questione, era spinta dalla vendetta a utilizzare le foto dell’uomo, che aveva interrotto a lungo i contatti con lei. 

Ha inviato foto intime dell’utente alla sua famiglia, ai suoi amici e ai suoi colleghi, oltre a diffondere false voci sul suo allora fidanzato.

Questi sono solo alcuni di questi casi. Ma casi come questi sono in aumento attualmente. Soprattutto nel corso del lockdown, i casi di revenge porn sono raddoppiati di numero.

La psiche dietro Revenge Porn

Anche se il revenge porn non è mai colpa della vittima, a causa del modo in cui la nostra società pensa, è spesso la vittima che alla fine viene svergognata e incolpata per quello che è successo. 

Nella nostra società c’è molta pressione su uomini e donne quando si tratta di comportamento sessuale. 

Non importa quanto progressivo possa essere il tuo ambiente, sei comunque giudicato in questo aspetto della vita.

Questo è ancora più vero per le donne. 

La dottoressa McNulty, una psicologa che si occupa di problemi simili da un po’ di tempo ormai, crede: Se le donne non fossero giudicate e trattate come oggetti sessuali nella società, allora il revenge porn non sarebbe così diffuso. 

La vergogna qui deriva anche dal sapere che i video porno di vendetta che mostrano il tuo corpo nudo sono stati condivisi pubblicamente. 

Costantemente preoccupato per il numero di persone che l’hanno visto. Anche se 5 persone hanno visto l’immagine, non sembra così. Quando sei sull’autobus per andare al lavoro, sembra che tutti sull’autobus abbiano visto l’immagine.

Lascia la vittima sempre vulnerabile e impotente. Peggio ancora, fa male anche a chi lo guarda .

Ma dov’è la vergogna quando si tratta della persona che ha commesso il crimine? 

Perché qualcuno dovrebbe commettere un crimine atroce come questo? 

La rabbia e l’odio sono spesso la chiave dietro tali crimini. 

È spesso quando una persona si sente tradita e ferita, fa del suo meglio per far provare lo stesso tipo di dolore e tristezza alla persona che l’ha ferita. 

A causa del tabù e dello stigma che circonda il sesso e i comportamenti sessuali in questa società, si è arrivati ​​a credere che il revenge porn sia il modo più semplice e veloce per ferire i propri sentimenti e la propria reputazione. 

Riesci a individuare qualcuno che potrebbe farlo?

Il direttore del National Center for Cyberstalking Research, la professoressa Emma Short, ha rivelato che un gran numero di casi di revenge porn si verificano sotto l’influenza dell’alcol o in condizioni di estremo disagio emotivo. 

Ha anche fatto una dichiarazione sorprendente, affermando che in circostanze estreme, in quanto semplici esseri umani, tutti sono in grado di pubblicare revenge porn. 

Ma altri esperti ritengono che questo non sia vero. 

Durante la condivisione di immagini intime, se ti senti costretto, sotto pressione o anche leggermente a disagio, questo dovrebbe essere sufficiente per far scattare un campanello d’allarme. 

Quando qualcuno non rispetta la tua privacy, il comfort e i sentimenti quando sei in buoni rapporti, è molto meno probabile che lo faccia quando non sei più in buoni rapporti.

Questo TEDx Talk dell’avvocato Ann Olivarius, che in precedenza ha rappresentato molte vittime di questo “nuovo” crimine, spiega la psiche del revenge porn e come affrontarlo in modo molto più dettagliato. https://www.youtube.com/embed/iVHZS1qgtrA?start=1&feature=oembed

Dal biasimo della vittima agli atti di stigmatizzazione, abbiamo molte cose da incolpare per questo problema.

Non pensi che sia ora di porre fine a questo circolo vizioso?

Leggi sul Revenge Porn in tutto il mondo

Lady Justice, concetto di biblioteca legale

Con l’aumento dei casi di revenge porn in tutto il mondo, molti paesi hanno escogitato le proprie leggi. Queste leggi sono specifiche della loro cultura e del loro modo di vivere.

I siti di revenge porn aiutano questo crimine ad attraversare tutti i confini internazionali.

E non esiste uno standard globale stabilito per affrontare questi crimini.

Tuttavia, recentemente sempre più paesi hanno introdotto nuove leggi e si stanno muovendo per proteggere le vittime. 

Ecco alcune delle leggi che i paesi di tutto il mondo hanno approvato. Sono stati tutti un tentativo di arginare il problema del revenge porn.

Canada

Il governo del Canada ha approvato il disegno di legge C-13 nel 2015. Popolarmente noto come atto di cyberbullismo. 

Il disegno di legge non solo protegge i bambini da molestie e bullismo online, ma può essere utilizzato anche in caso di revenge porn. 

Poco dopo l’approvazione del disegno di legge nel 2015, all’inizio del 2016 il Canada ha visto la sua prima grande vittoria in questa materia, una donna ha ricevuto $ 100.000 di danni dopo aver vinto un caso di revenge porn contro il suo ex fidanzato.

Germania

La Germania è uno dei pochi paesi al mondo ad aver attuato leggi molto severe sulla privacy. 

Queste leggi sono applicabili anche al revenge porn. 

Le due leggi principali che possono essere utilizzate per combattere il revenge porn sono il regolamento generale sulla protezione dei dati e la legge sul diritto d’autore. 

In base a queste leggi, l’individuo interessato può richiedere rimedi di diritto civile contro l’atto di revenge porn. 

Inghilterra

La sezione 33 del Criminal Justice and Courts Act approvato nel 2015, rende un reato la divulgazione di fotografie e film privati ​​e sessuali senza il consenso dell’individuo raffigurato e con l’intento di causare angoscia.

In caso di colpevolezza, è prevista la pena massima di due anni di reclusione. 

Giappone

Nel 2014 il governo giapponese ha approvato la legge sulla prevenzione dei danni mediante la fornitura di registrazioni private di immagini sessuali.

In base a questo atto, il revenge porn è un reato punibile. 

Comporta una pena massima di tre anni di carcere o una multa di 500.000 yen. 

Questo è stato un atto rivoluzionario.

Consente ai fornitori di servizi Internet di eliminare i media sospetti relativi al revenge porn senza il consenso dell’autore del caricamento e avvisando le autorità del crimine. 

Stati Uniti d’America

Diversi stati negli Stati Uniti hanno regole e leggi diverse implementate.

Ad esempio, in Arizona, The Unlawful Distribution of Private Images, 2016 attraverso la modifica della Sezione 13-1425 degli Arizona Revised Statute rende illegale la distribuzione di immagini private di un’altra persona senza il suo consenso.

In Illinois, la sezione 11-23.5 del codice penale dell’Illinois del 2012 afferma che la distribuzione non consensuale di immagini sessuali è un reato di classe 4. Anche altri stati degli Stati Uniti d’America hanno approvato leggi simili.

Australia

Come negli Stati Uniti, in Australia non esiste una legge nazionale. 

Tuttavia, due stati, Victoria e South Australia, hanno già criminalizzato il revenge porn. 

Il New South Wales è in procinto di proporre una legislazione.

Le pene massime includono due anni di carcere a Victoria e una multa di 10.000 dollari o due anni di carcere nel South Australia.

Conclusione

Come accennato in precedenza, nel corso del 2020 i casi di revenge porn sono solo peggiorati.

 I notiziari dicono che è diventata la “nuova normalità”. 

Ma questo non è il modo di entrare nel nuovo anno. Come cittadini responsabili di questo mondo, è nostro dovere porre fine a crimini efferati come questi. 

Il revenge porn è un fenomeno culturale. È il risultato della cultura dello stupro che è così importante nella nostra società.

Una cultura che sessualizza e oggettiva il corpo femminile senza limiti. 

Per cambiare una cultura come questa, dovrebbero essere presenti una forte forza di volontà, pazienza e volontà di lottare. In condizioni come queste, anche il più piccolo cambiamento conta. 

Più diventiamo consapevoli di tali problemi. Più consapevolezza diffondiamo tra coloro che ci circondano. 

Solo allora la frequenza di tali crimini alla fine diminuirà e, si spera, si fermerà. 

Regalo speciale per i nostri lettori. Usa il codice promozionale "Xmas" per ottenere 5% Off Su abbonamento annuale

Post Correlati

Cosa rende il porno così potente?

L’industria del porno è una delle più grandi industrie oggi. Hanno costruito un impero che si espanderà con il passare del tempo. Una volta effettuato

Subscribe to our newsletter

Don't miss new updates on your email​

Copyright © 2021 Atmana Innovations (precedentemente FunSwitch Technologies). Tutti i diritti riservati.