Statistiche sulla dipendenza da pornografia: da dove viene e che cos’è oggi

Regalo speciale per i nostri lettori. Usa il codice promozionale "Xmas" per ottenere 5% Off Su abbonamento annuale

Statistiche sulla dipendenza da porno

Statistiche sulla dipendenza da porno

Nel 21° secolo, lo streaming di porno online è forse tanto popolare quanto Netflix. Quello che una volta era sinonimo di Internet, il porno è diventato qualcosa che tutti conoscono ma di cui non necessariamente parlano.

Internet ad alta velocità e smartphone hanno reso disponibile qualsiasi tipo di contenuto per adulti a portata di mano. Prima della diffusione di Internet, i coetanei acquistavano o noleggiavano porno dal negozio di video. Era una norma per ogni uomo avere una raccolta di quelle che consideravano le cose migliori.

Ma come è nata questa industria ora multimiliardaria? O in altre parole, quando è stato l’avvento del porno? Hai guardato il porno per innumerevoli ore ma hai mai riflettuto su queste domande?

Porno delle età

Le prime rappresentazioni visive documentate di atti sessuali risalgono alla preistoria. Queste raffigurazioni erano sculture e incisioni da antiche civiltà. Tuttavia, questi non sono stati fatti per masturbarsi, piuttosto per rappresentare le loro credenze spirituali e religiose poiché erano spesso intrecciate con il sesso.

Come Anno Domini, le rappresentazioni visive sono state realizzate da audaci artisti per deridere le autorità religiose e politiche. Con l’inizio della tecnologia di stampa, venivano prodotti più contenuti pornografici. L’incisore italiano del XIV secolo, Marcantonio Raimondi, fu forse il primo ad essere imprigionato per aver creato una serie di incisioni erotiche.

Durante la Rivoluzione francese, gli autori di satira usavano sempre più materiale sessualmente esplicito per deridere i politici. Tuttavia, la pornografia era accessibile solo all’élite all’epoca e quindi i distributori non furono perseguiti fino a quando non raggiunse il pubblico in generale.

Con la stampa che diventa più accessibile in Europa, i contenuti erotici sono stati commercializzati verso le masse. Diversi tentativi sono stati fatti per penalizzare i distributori e fermare completamente la distribuzione. Nonostante questi tentativi, i settori che si occupano di contenuti per adulti hanno iniziato a nascere in città come New York e Londra.

Alla fine del 19° secolo nacquero i film pornografici. Sebbene considerati osé per l’epoca, i film non mostrano nudità completa. Tuttavia, l’inizio del 1900 ha visto il porno dall’Argentina e dall’America che raffigurava atti sessuali hardcore.

Con i progressi tecnologici nella stampa e nella fotografia, le riviste per adulti sono diventate più popolari che mai. Questi sono stati venduti come riviste d’arte e sono apparsi per la prima volta in Francia con rappresentazioni erotiche softcore. L’emergere e la competizione tra riviste per adulti come Playboy e Penthouse hanno iniziato a normalizzare la nudità completa e i contenuti più hardcore.

Allo stesso tempo, anche i video porno erano in aumento. Diverse case di produzione che si occupano di pornografia hardcore sono nate in Europa e America. Questi film sarebbero stati disponibili nei negozi di video e c’era sempre un enorme mercato di consumatori per questo. Ciò ha persino portato a un’esplosione di teatri del porno poiché diversi teatri in precedenza falliti sono stati in grado di ottenere profitti.

Il vero picco nella disponibilità di contenuti pornografici si è verificato dopo gli anni 2000, quando le persone hanno familiarizzato con il World Wide Web.

Internet Porno: statistiche sulla dipendenza da porno

Internet Porno

Secondo quanto riferito, il primo sito porno in assoluto su Internet è nato nel 1994. Ma anche prima dei siti Web dedicati ai contenuti per adulti, le persone condividevano immagini sessualmente esplicite su Usenet, un forum di discussione.

Usenet è stata fondata nel 1980, dove gli utenti potevano pubblicare e leggere messaggi sui newsgroup. È simile ai forum Internet attuali, come il modo in cui Reddit ha gruppi di subreddit per argomenti specifici. Tuttavia, i newsgroup più popolari erano tutti orientati agli adulti. Uno studio del 1995 pubblicato dalla rivista TIME su Usenet denominato “Cyber ​​Porn” ha rilevato che l’83,5% di tutti i contenuti era porno.

Verso la fine degli anni ’80, i sistemi di bacheca dei bollettini (BBS) iniziarono a diventare popolari. Queste piattaforme consentivano agli utenti di collegarsi ai computer degli altri per sfogliare file archiviati come giochi e programmi. Oltre ai BBS professionali come Free-net, ne esistevano molti locali e privati. Cosa hanno cercato di più, chiedi? Hai ragione. Tutti hanno cercato porno.

Ciò ha fatto capire ai BBS professionisti che il modo migliore per ottenere abbonati a pagamento era attraverso contenuti per adulti. Il CEO e proprietario di Events Horizon BBS, probabilmente il BBS di maggior successo finanziario, ha semplicemente fatto scansionare e caricare foto sul proprio sistema da 10 dipendenti. Altri sistemi di bacheche come ExecPC BBS guadagnavano $ 2 milioni all’anno entro il 1993 e Events Horizon BBS $ 3,2 milioni!

Tuttavia, Playboy ha citato in giudizio Events Horizon per violazione del copyright in cui sono stati liquidati mezzo milione di dollari. La cosa interessante è che questo accadeva all’inizio degli anni ’90, quando Internet non riusciva nemmeno a visualizzare le immagini! La prima volta che un distributore digitale è stato citato in giudizio per problemi di copyright è stato per contenuti pornografici.

I BBS, come iniziativa per far crescere le loro librerie, fornivano schemi di compensazione in cui agli utenti venivano dati più byte da scaricare per ogni byte caricato. Quindi, condividendo i tuoi file devi scaricare il doppio o più di altri contenuti caricati. Ciò ha reso la piattaforma l’ultima raccolta di porno, e questo era prima che Internet diventasse quello che conosciamo come oggi.

Nel 1994, l’ingegnere del software Marc Andreesen ha cambiato per sempre Internet. Ha avuto l’idea di rendere il Web più accessibile progettando un browser intuitivo in grado di visualizzare le immagini e lo ha fatto. Ciò significava che le immagini non sarebbero state in file zip come BBS.

La maggior parte dei siti Web porno iniziali su Internet erano solo BBS che spostavano i loro contenuti online. Ma non potevano rischiare quello che è successo con Events Horizon e Playboy. Quindi, i BBS hanno iniziato a creare i propri contenuti per impedire rivendicazioni di proprietà sul loro, hai indovinato, porno.

Sono stati progettati siti Web con codici HTML rudimentali in cui un utente può pagare da $ 20 a $ 30 come abbonamenti mensili per accedere a foto di donne nude. Poiché la maggior parte era diffidente nel fornire informazioni sulla carta di credito sul web (all’epoca), questi siti accettavano ricevute di assegni o numeri di carta di credito tramite telefonate.

CyberCash, uno dei primissimi servizi di pagamento basati su Internet, ha ottenuto la maggior parte dei propri soldi dal porno. In sostanza, i siti porno sono stati i primi siti che hanno reso le persone a proprio agio con la condivisione di dettagli bancari e la creazione di ID di iscrizione/accesso su Internet.

Pertanto, la maggior parte delle funzionalità di sicurezza che i siti di e-commerce hanno ora sono state tutte introdotte da siti Web pornografici come banchieri, fornitori di servizi e praticamente tutti gli altri non volevano associarsi al settore.

Ma tutti i pornografi erano in dubbio su come pubblicare i video; gli utenti usavano ancora connessioni dialup che impiegheranno molto tempo per scaricare le immagini, figuriamoci per i video. È interessante notare che le aziende pornografiche sono state le prime a progettare siti Web in grado di riprodurre video compressi che possono essere messi in pausa e saltati avanti e indietro, una tecnologia che era relativamente inesistente fino a quel momento.

Infatti quasi tutte le case di produzione di contenuti per adulti sono nate grazie al web. Quelli che prima producevano videoregistratori sono passati alla nuova piattaforma, poiché erano in grado di ottenere pagamenti diretti tramite i loro siti web. Secondo quanto riferito, oggi su Internet ci sono 43.337 siti Web per adulti e l’industria del porno incassa circa $ 15 miliardi di dollari all’anno!

Cosa dice questo sugli umani?

Cosa dice questo sugli umani?

Questa è una domanda interessante considerando i fatti sopra indicati. Per quanto ne sappiamo, Internet era sinonimo di porno (o lo è ancora per molti) perché il porno era la sua forza trainante. I primi pagamenti tramite il web sono stati effettuati per l’accesso a materiale sessualmente esplicito, e anche questo in centinaia di milioni!

Nel 2019, uno dei siti Web porno più famosi, PornHub, ha registrato in media 115 milioni di visitatori al giorno. Questi numeri mostrano che le persone di tutto il mondo hanno un chiaro problema con il porno, per cui non si preoccupano di spendere denaro, tempo o sforzi per accedere a esperienze sessuali virtuali.

Per consentire questa compulsione, le industrie del porno continuano a produrre contenuti nuovi e più allettanti per mantenere agganciati i loro utenti fedeli e in crescita. Ma la maggior parte non riesce a riconoscere i problemi che derivano da questo consumo persistente e compulsivo di porno tra le masse.

I contenuti pornografici hanno molte volte distrutto relazioni o portato imbarazzo. L’accessibilità del porno al giorno d’oggi fa venire voglia di esplorarlo anche quando non sono necessariamente eccitati.

Guardare gli atti estremi in esso può anche cambiare il modo in cui una persona si comporta sessualmente nella vita reale. Inoltre, ciò potrebbe far vedere all’utente il porno più attraente del sesso reale poiché i corpi dei loro partner non aderiscono agli standard delle pornostar.

Ancora peggio, il consumo eccessivo potrebbe far sentire male il proprio corpo e le proprie capacità sessuali, impedendo loro di stabilire una vera connessione. Questo è anche il motivo per cui un numero crescente di giovani ha la disfunzione erettile dagli anni 2000, una condizione considerata prevalente solo tra le persone anziane.

La disfunzione erettile indotta da pornografia è la condizione in cui si può mantenere l’erezione solo mentre si guarda il porno e non durante il sesso. Ciò accade a causa dell’eccessivo consumo di materiale pornografico che porta a una minore autostima mentre sviluppano una cattiva immagine corporea, dubbi sulle prestazioni e/o grandi aspettative dai loro partner.

Altri problemi che il porno può portare includono ansia, demotivazione e depressione; la produzione costante di dopamina fa sì che il cervello costruisca tolleranza, impedendoti così di goderti le piccole cose della vita, oltre al tuo piccolo amico.

Gli umani sono chiaramente esseri altamente sessuali, ma non dovrebbe essere espresso attraverso la masturbazione con il porno. Né la masturbazione né il porno sono intrinsecamente dannosi, ma accoppiarli insieme può creare dipendenza per molti in quanto è una rapida fuga dalla realtà. Tuttavia, la gratificazione istantanea non ti porta da nessuna parte in quanto non dura a lungo.

Smetti di porno per sempre. Sii la migliore versione di te stesso, sia per le strade che sulle lenzuola. Installa BlockerX.

Riferimenti

Regalo speciale per i nostri lettori. Usa il codice promozionale "Xmas" per ottenere 5% Off Su abbonamento annuale

Post Correlati

Cosa rende il porno così potente?

L’industria del porno è una delle più grandi industrie oggi. Hanno costruito un impero che si espanderà con il passare del tempo. Una volta effettuato

Subscribe to our newsletter

Don't miss new updates on your email​

Copyright © 2021 Atmana Innovations (precedentemente FunSwitch Technologies). Tutti i diritti riservati.